Verso le elezioni del 13-14 aprile: Il VOTO (in)UTILE???


Premesso che come collettivo non abbiamo individuato, nell’attuale contesto, prassi politiche oppure formazioni "più migliori" da votare, ci sembrava giusto però dare rilievo al gesto del "non voto" come gesto che ha una sua forte e caratterizzata dignità politica. Per evitare che croci a tutta pagina o gran gite al mare o in montagna possano venir strumentalizzate abbiamo deciso di pubblicare questo articolo "tecnico" che può orientare meglio i/le compagn* che stessero maturando questa scelta.

astenzione?

 

Istruzioni
per l’uso per chi ha deciso di votare scheda bianca o nulla
Metodo legale per esprimere il proprio dissenso personale ai candidati delle
prossime elezioni ed assolvere al proprio dovere di cittadino senza regalare
voti inconsapevolmente!
Se votate scheda bianca o nulla perché non vi sentite rappresentati da nessun
partito, in realtà, favorirete il partito con più voti.?Infatti (regolamenti
per il calcolo del premio di maggioranza) anche i voti bianchi o nulli entrano
nel calcolo del premio di maggioranza, favorendo chi ha preso più voti.
Esiste un’arma legale contro questa legge indecente e antidemocratica!
Questo nei dettagli il sistema da usare:
1. andare a votare, presentandosi con: documenti  e  tessera
elettorale
2. farsi vidimare la scheda
3. per esercitare il diritto di rifiutare la scheda vidimata, dire:
"rifiuto la scheda per protesta, chiedo che  il mio rifiuto venga
verbalizzato"
4. in questo modo si esercita comunque il proprio diritto al voto, ma
manifestando legalmente il proprio dissenso 
5. far mettere a verbale un commento che giustifichi il rifiuto (per esempio:
"nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta")?Così
facendo   eviterete che il voto nullo o bianco sia comunque
conteggiato al fine della quota premio per il partito con più voti.?Nel caso in
cui gli scrutatori vi facessero problemi di inattuabilità della procedura,
appellatevi al seguente testo di legge: "Testo unico delle leggi
elettorali, d.p.r. 30 marzo 1957, n. 361 – art. 104 – par. 5 5"
Il segretario dell’ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo
verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la
reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.

 


3 Responses to “Verso le elezioni del 13-14 aprile: Il VOTO (in)UTILE???”

  • massimo Says:

    caro mimmo sta volta siamo messi proprio male!!!!
    posso anke provare a kapire chi spera di limitare i danni al senato, ma quello che non mi riesco a spiegare è a quale scopo.
    Non sarà certo VELTRUSCONI che ci farà cambiare qualkosa.
    Una legge elettorale assurda che ci porterà in ogni caso ad essere governati per la maggior parte da delinquenti, incapaci, ignoranti,…. mentre noi umili lavoratori continueremo ad essere costretti a sprecare le nostre energie per sopravvivere tra troppe difficoltà ed ingiustizie che non ci meritiamo…
    Ci siamo tappati il naso da troppo tempo e niente è cambiato, tanto vale che accettiamo quello che è il volere dell’italiano medio e magari provare a trovare un modo che faccia sentire la voce di ki e kontro.

    PS: ti segnalo il sito internet, ammesso che tu non lo conosca già: noisefromamerika. C’ho trovato interessanti cose proprio sul sistema elettorale con il quale andremo a votare.

    a presto, massimo

  • mimmo Says:

    a mio fratello Massimo
    condivido tutto.

    non esistono indicazioni – provo a farmi carico di riassumere indicazioni che sono venute dai “rumors” dei compagni incontrati in riunioni o manifestazioni – tra cui le riuscitissime delle conteastazioni a Ferrara.
    per la Camera i giochi sono fatti…
    Senato:
    – il premio di maggioranza è su base regionale (vedi la guerra della Sicilia)
    – chi prende in regione un voto più degli altri prende il 55% degli eletti
    – l’altro 45% si divide in maniera proporzionale il resto
    – c’e lo sbarramento all’8%
    Tra i kumpà di Squola indubbiamente c’e la tentazione (turandosi il naso e scordandosi dei disastri locali – della storia di Nunzio – dei due anno di prodi – delle recenti esteranzioni di Berninotti sulle contestazioni a Ferrara) di votare arcobaleno se non altro in un ottica di “sabotazione” dei giochi superiori.
    E’ una riflessione mia e non de* kump* del collettivo

    Un abbraccio
    Mimmo

  • massimo Says:

    è da un po’ che sento parlare di questa opzione, che devo dire mi sembra la “più migliore”, stufo ormai di scegliere il “meno peggio”.
    Ho provato a cercare di capire questa legge elettorale per verificare che questa ipotesi possa essere fondata e come vengano conteggiate le schede bianche e/o nulle, ma purtroppo mi sono perso nel marasma della legge.
    C’è qualcuno che mi possa dare dei riferimenti per approfondire la questione? (naturalmente a parte il testo della legge già citata)

    grazie, massimo (senigallia)

Leave a Reply