Anche CAGLI fa ACQUA..speriamo pubblica..

Nel mese di novembre 2009 diverse organizzazioni sociali aderenti al Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua dell’entroterra pesarese coordinate dal network sociale Squola hanno avanzato ai capigruppo consiliari  di San Lorenzo in Campo, Pergola, Cagli e Serra Sant’Abbondio , la richiesta di una mozione, da presentare nei rispettivi consessi civici, concernete il diritto all’acqua e la definizione del Servizio Idrico Nazionale come “privo di rilevanza economica”.

La proposta di delibera richiede la costituzionalizzazione  del diritto all’acqua attraverso il riconoscimento di questo diritto nello statuto comunale, il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio idrico e la nomina di una commissione per l’integrazione/modifica dello statuto comunale (http://www.acquabenecomune.org/spip.php?article6815).

La proposta è stata avanzata ai capigruppi di maggioranza ed opposizione perché riteniamo che la tematica dell’acqua  sia di rilevanza universale e vada oltre le classiche divisioni politiche. Il nostro obbiettivo è infatti arrivare ad una unanimità di voto  sulla mozione, oltre quindi la maggioranza di due terzi dei votanti normalmente prevista per le modifiche statutarie. Obbiettivo centrato a Monte Porzio,  grazie all’unanimità del consiglio, mancato il 27 novembre 2009 a San Lorenzo in Campo per un basso gioco di astensioni incrociate tra maggioranza e opposizione su due delibere nella sostanza simili.

Anche a Cagli nel mese di novembre 2009 le proposte di mozione sono state consegnate ai capigruppo consiliari ma solo nella seduta del 29 12 2009 la mozione è stata portata all’attenzione del consiglio grazie all’interessamento di un gruppo della minoranza consiliare. Su proposta del sindaco la mozione verrà presentata al consiglio, dopo una discussione in conferenza dei capigruppo, entro e non oltre la metà del gennaio 2010.

Alcuni attivisti e militanti di Squola e del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua erano presenti al consiglio visibili per i cartelli “acqua – diritto inalienabile”, come presenti saranno anche alla votazione della mozione sensibilizzando il tessuto sociale e politico cittadino sulla materia e alla partecipazione.

Squola, auspicando una massiccia partecipazione e un voto unanime del consiglio danno l’appuntamento a tutte e tutti a Cagli il giorno della votazione del consiglio.

Squola SpA
Spazio Pubblico Autogestito 


Leave a Reply