Giusto o sbagliato non può essere reato

2875081578_7520bd6b79Lo spa Squola esprime la propria solidarietà politica ed umana ai alle ragazz* e a alle loro famiglie di Serra Sant’ Abbondio, colpiti dalla repressione brutale e violenta , rei soltanto di aver attuato una delle forme più efficaci ed agibili di lotta alle mafie: l’autoproduzione delle non- droghe.

Illegale non è e non può essere ne una pianta ne la sua coltivazione, ma è lo Stato quando emana una legge (repressiva e carcerogena) che in maniera palese favorisce l’interesse della mafia. L’autoproduzione è resistenza e non illegalità quando una legge dello stato, a firma del post fascista Fini e del Komeinista cattolico Giovanardi, equipara il possessore di due grammi di “fumo” allo spacciatore internazionale di eroina, quando mette sullo stesso piano sostanze di sintesi con una naturale farmacopea come i derivati della Canapa Indiana. Lo stato non è solo illegale ma anche criminale, quando ogni anno decine di persone vengono tombate in sepolcri di cemento chiamati carceri e li spesso si suicidano , colpevoli di detenere un grammo d’erba oppure due piante.
E’ lo stato ad essere mafioso quando non riconosce l’alto valore terapeutico di una pianta, valore conosciuto da millenni e riconosciuto in tutta europa e nei puritani stati uniti. Dentro questo quadro auto produrre a scopo ludico o terapeutico è gesto di grande valore morale e uno dei più efficaci deterrenti nei confronti della grande criminalità internazionale, che su queste leggi liberticide costruisce le proprie fortune. Dentro questo quadro il nostro collettivo si dichiara da sempre irriducibilmente antiproibizionista e fautore non della sola liberalizzazione ma della LEGALIZZAZIONE di questa eccezionale pianta, la Canapa Indiana e i suoi derivati e si batterà per l’uscita da uno oscurantismo culturale e giuridico durato anche troppi anni, che troppi danni e morti ha fatto.

ganjaLa nostra non sarà solo una resistenza ed una battaglia ideale: ci dichiariamo disponibili ad offrire consulenze legali a tutte le persone che cadranno nell’ingranaggio repressivo, sostegno morale e materiale per quanto sia nelle nostre possibilità . A dare senso circolare alla nostra storia, che iniziava dieci anni fa con iniziative antipro, in ottobre costruiremo insieme un momento sociale destinato ad approfondire la cultura del consumo critico e della produzione, le pratiche di autotutela da leggi liberticide e a favore di un impiego terapeutico realmente fruibile della canapa.

I Partigiani ce lo hanno insegnato, Erri De Luca lo ha ribadito

QUANDO LO STATO E’ ILLEGALE — L’ILLEGALITA E’ RESISTENZA

e non un reato.
Spazio Pubblico Autogestito Squola


Leave a Reply