Fano 20 giugno, giornata del rifugiato e di mobilitazione antirazzista

Io non sono razzista ma…

Quelli che vengono con i documenti va bene, sono i clandestini che devono essere sbattuti fuori
..peccato che in Italia non sia possibile entrare legalmente, ma solo essere regolarizzati dopo. All’italiana.

Gli italiani all’estero andavano per lavorare, questi sono tutti delinquenti

Infatti all’esterodicono ancora italia=mafia

Le case e il lavoro agli italiani!
Anche se gli stranieri in regola pagano le tasse come tutti noi (le stime dicono che evadono di meno)  e quelli in nero sono sfruttati da chi, magari italiano, le tasse non le paga per niente

Io conosco un immigrato bravissimo, ma gli altri…
Magari non li conosci

Gli stranieri devono rispettare le nostre leggi e le nostre usanze
Intanto li sbattiamo fuori dalle scuole, così imparano!

Gli immigrati portano  malattie strane
È per questo che non li vogliamo più fare entrare in ospedale…

Loro non rispettano i diritti delle donne, o le rinchiudono o le prostituiscono
Vendendole agli italiani, magari bravi padri di famiglia in vena di trasgressioni

BASTA; siete  troppi e dovete tornare a casa vostra
Anche se scappate dalla  fame, dalle guerre, dalla violenza in cerca di sopravvivenza, vi rispediamo all’inferno..

Per noi la  sicurezza non è razzismo, e si basa su una società  più libera, più solidale, più giusta
20 giugno, giornata mondiale del rifugiato

Donne in nero, Bottega del commercio equo e solidale, Movimento Internazionale per la Riconciliazione, Millevoci, Nuovomondo, Cittadini senegalesi, Alternativa Libertaria, Associazione degli immigrati latino-americani, Chiama l’Africa


Leave a Reply