Giu 14 2010

Welcome. Indietro non si torna

Welcome. Indietro non si torna!

Per una giornata internazionale di lotta in difesa del diritto
d’asilo e contro tutti i respingimenti Manifestazioni congiunte nei
porti dell’Adriatico, Venezia, Ancona, Bari e in quelli di Igoumenitsa
e Patrasso in Grecia

Ancona – Porto Aperto

Programma delle iniziative che si svolgeranno sulla banchina 14

Ore 11.00

Conferenza stampa creativa

Ore 19.00

Intervento di apertura della giornata di mobilitazione contro tutti i respingimenti a cura dell’Ambasciata dei Diritti Marche.

Intervento sulla situazione del porto di Ancona ad un anno dalla
richiesta di abbattimento delle reti. Il punto sulla campagna di
raccolta firme per la riapertura del porto, proposte da condividere a
cura dell’Osservatorio Faro sul Porto

Continue reading


Gen 5 2010

Io non ho PAURA – risposta alla Lega della valcesano

*NOI NON ABBIAMO PAURA*
Lettera aperta al responsabile vallivo della Lega sig. Nadio Carloni, in merito al suo articolo apparso su "L’occhio della valcesano" blog il 23 dicembre 2009

Concordiamo con Lei signor Nadio Carloni , responsabile della Lega. La gente non ne può piu’ e questa questa valle non è un oasi felice.

Non crediamo possa essere felice gente che scappa dalla propria terra. Le statistiche sulla crescita demografica negativa stanno li a dimostrarlo. Non scappa sicuramente perché non si sente sicura nelle proprie case. Scappa perché non esistono possibilità di inserimento e sviluppo sociale nelle nostre terre. Scappano laureati e professionisti. Scappano gli artisti..
E chi rimane è in pericolo. Dia una occhiata ad un cantiere edile o ad una cava: il pericolo dovuto alla noncuranza delle normative sul lavoro è palpabile. Lo stesso nelle fabbriche e nei laboratori metalmeccanici. Sull’esigenza di maggior controllo anche noi concordiamo. Non c’e  bisogno di telecamere ma di controlli non episodici sui posti di lavoro, che si verificasse il rispetto delle pur labili normative che regolano il lavoro nei centri commerciali e nei precarissimi servizi. Anche noi invochiamo e a gran voce una presenza pubblica che sia strutturalmente in grado di verificare come vengono smaltiti i residui delle verniciazioni industriali nel nostro distretto, come vengono interrati i rifiuti degli oleifici, come viene inertata la risulta degli allevamenti dei suini. Il rispetto delle normative su piani regolatori e sulle attività estrattive, noi crediamo, alla luce di quanto siamo costretti a subire ogni giorno, sia dovuta. La cronaca odierna ci insegna che le rapine, quelle vere, si fanno mediante contratti, appalti e carte bollate e superano di gran lunga, per frequenza e importi, quelle classiche, “a mano armata” per capirci.


Lug 13 2009

BLOCCATA LA NAVE DEI RESPINGIMENTI, 2000 PERSONE IN CORTEO LIBERANO LA ZONA BLINDATA DEL PORTO

Contro il G8, Senza Frontiere!
Poco prima del corteo, 50 attivisti, alcuni "abbordando" via mare, occupano i portelloni della nave Superfast e bloccano per un’ora la partenza verso Patrasso

Quella di giovedì 9 luglio, nelle Marche, è stata una grande giornata di mobilitazione, contro i respingimenti e dentro il percorso di contestazione diffusa al G8.

Una giornata iniziata con il blocco della nave dei rimpatri al porto di Ancona, che oggi si sta felicemente replicando a Venezia. Ieri, dalle ore 17, alcuni attivisti delle Comunità Resistenti, dell’Ambasciata dei Diritti e di YaBasta! si trovavano già all’interno della "security zone" del porto per un volantinaggio durante le operazioni di imbarco della nave Superfast diretta verso la Grecia.Già dalla mattinata la città di Ancona si era risvegliata assediata da un imponente schieramento di uomini e mezzi blindati delle forze dell’ordine, e lo stesso sistema di sorveglianza dell’area portuale rafforzato da presidi  aggiuntivi della polizia in ogni varco di accesso.

Mentre sulla banchina proseguiva il volantinaggio sotto stretta sorveglianza di decine di agenti in assetto antisommossa e di un elicottero in sorvolo, un altro gruppo di manifestanti entrava in porto via mare, riuscendo su due gommoni ad abbordare la banchina: "No border! Stop deportation!" "Apriamo il porto alla libertà e ai diritti", "Stop G8! Basta respingimenti!" questo il grido che si leggeva dagli striscioni issati dai gommoni.
(Continua)


Lug 7 2008

RONDE PADANE E VERNACOLIERE

L’ora è grave
LA PATRIA CHIAMA
Vieni anche te nelle
ronde cittadine !
Onni 10 negri bastonati
UN ROM
DA SCOIARE
VIVO
E in più, quarche finocchio
da ‘nculà sur posto !

I generosi figli d’Italia stanno già rispondendo a frotte all’appello
della Patria! Da Padova a Bologna, da Parma a Firenze, da Frosinone a
Bari, schiere di giovani e meno giovani, ricchi e poveri, corrano a
‘scrivessi nelle ronde cittadine, chi ‘nneggiando ar Duce e chi ‘nvoando
giustizzia e libertà!

Sì, perché oramai la sagrosanta lotta popolare ar crandestino ‘un
conosce più confini! ‘Un c’è più destra né sinistra, in quest’ora così
grave! Ir nemico è alle porte, anzi è digià dentro e ci sguazza ‘ome ni
pare! Continue reading


Apr 22 2008

….PeNsAtEeCi!!